Stampa Stampa
190

AMARONI (CZ) – LA “DEMOCRAZIA PARTECIPATA” ABITA QUI


Amministrazione comunale ha incontrato i cittadini per un bilancio di metà mandato tra obiettivi raggiunti e progetti futuri

 di Franco POLITO

 AMARONI (CZ) –  22 GENNAIO 2018 – I cittadini coinvolti nelle scelte amministrative solo in prossimità delle elezioni.

 In molti luoghi è routine. Non nella “Cittadina del Miele” dove per la maggioranza consiliare di “Democrazia è Ppartecipazione”, sono sempre e comunque “chiamati in causa” da un continuo scambio di idee e suggerimenti.

 E’ la “democrazia partecipata”, progetto rivoluzionario di buon governo del sindaco Luigi Ruggiero e del resto della compagine maggioritaria. Fatti, non solo proclami, come dimostrato da consigli comunali aperti, sinergia con  le associazioni,  bilanci partecipati e assemblee pubbliche.

 Già, le adunanze con gli amministrati. L’ultima, quella di sabato pomeriggio nella sala consiliare di Palazzo Canale, è stato l’ennesimo confronto quotidiano con la gente inteso come “aiuto” a prendere le decisioni cercando di non sbagliare. 

Poi, per carità, l’errore ci può stare. Ma, da queste parti, gli amministratori hanno l’umiltà e (anche) il coraggio di fare dietro front laddove  qualora si ravvisasse un segnale di insoddisfazione della comunità.

 Nel corso dell’incontro si è parlato di politiche sociali e giovanili, di una politica fiscale attenta alle difficoltà delle famiglie: nonostante  i problemi a recuperare risorse, causa tagli e riduzione delle entrate,  i servizi essenziali vengono garantiti e bene anche.

 Tradotto: trasporto scolastico gratuito per la scuola dell’ infanzia e una tariffa minima per la primaria;  mensa a gestione diretta con tariffe giornaliere al di sotto di 1,50 centesimi di euro non ritoccate da anni, con un servizio che guarda in particolare alla somministrazione di pasti preparati con prodotti bio; Tasi azzerata e mai applicata; Imu con aliquote invariate; sforzi dell’ amministrazione nel recupero dell’ evasione, nella riduzione del consumo e degli sprechi dell’ acqua con interventi mirati anche sulla condotta idrica.

 Sottolineato, inoltre, il valore dei vari interventi di assistenza domiciliare con i bandi d’ ambito e la forte,  sinergica e costante collaborazione delle associazioni considerate «una risorsa di questa comunità». Senza dimenticare il rapporto con gli anziani, non un “peso sociale” ma un valore aggiunto, che concorrono a  erogare alcuni servizi mettendo a disposizione delle giovani generazioni il  patrimonio di saperi, cultura e tradizioni di cui sono custodi.

 L’appuntamento, inoltre, è stata l’occasione per fare un focus sulla strada “Petruso –  Quaranta”, importante arteria di collegamento inaugurata lo scorso 7 agosto, e sul Centro Polivalente di prossimo completamento.

Sotto la lente d’ingrandimento anche i bandi presentati: quello sull’ efficientamento energetico e per l’ incentivazione della raccolta differenziata.  Amaroni,  infatti, dal 2011 ha eliminato i cassonetti. Non è mancato, e non poteva mancare, uno sguardo alla messa in sicurezza della scuola secondaria “Falcone e Borsellino”, prossimo lavoro pubblico a essere realizzato.

 Dalla platea tante le domande e i suggerimenti anche in del redigendo bilancio partecipato 2018 che dovrà tenere conto dei tagli in termini di risorse e del concorso al contenimento della spesa pubblica cui da anni sono chiamati anche i Comuni al di sotto dei 5.000 abitanti.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.