Stampa Stampa
15

AMARONI (CZ) – «INTITOLARE UNA STRADA A CASSIODORO»


La proposta, indirizzata all’amministrazione comunale, arriva dall’ex sindaco Rocco Devito

 di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

 AMARONI (CZ) – 2 SETTEMBRE 2017 –  Intitolare una strada a Cassiodoro.

 E’ la richiesta avanzata al sindaco di Amaroni Gino Ruggiero dall’ex primo cittadino Rocco Devito. «Fra i tanti personaggi che maggior lustro hanno dato nei secoli alla nostra terra – specifica Devito nella richiesta – come tutti ben sanno, trova la sua collocazione la figura di Flavio Magno Aurelio Cassiodoro, fidato consigliere del re goto Teodorico, fondatore e animatore del famoso Vivarium.

 Il territorio del nostro comune è vicinissimo a quello di Squillace (l’antica Scolacium) in cui Cassiodoro trovò i natali e nel quale si ritirò a vita privata per fondare il Vivarium, quale centro di studi e di riproduzione dell’antico sapere. Il nostro comune, inoltre, ha dato i natali a un personaggio della cultura contemporanea, don Antonio Tarzia, che del “Centro culturale Cassiodoro”, con sede a Squillace, è autorevole presidente».

 Partendo da queste permesse, Devito propone al sindaco e all’amministrazione comunale di volere intitolare una strada a Cassiodoro. E, poiché ha un nome del tutto comune e irrilevante (vico Stretto) la strada in cui è ubicata l’abitazione natale del reverendo don Tarzia, di voler mutare il nome alla via per intitolarla a Cassiodoro.

 «Faremmo – sottolinea Devito – in tal modo anche cosa assai gradita al nostro concittadino. Ricordare le figure che hanno reso grande la nostra terra, sia pure in un lontano passato, è un segno che la nostra civiltà è ancora viva e che anche dal suo glorioso esempio è possibile ripartire per far rifiorire la nostra terra agli antichi splendori».

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.