Stampa Stampa
670

AMARONI (CZ) – I veterinari Asp ospiti di “Bova miele”


L'intervento di Carlo Bova

L’intervento di Carlo Bova

Le aziende del gruppo sono state scelte per una delle giornate del corso di formazione professionale promosso dall’Asp di Catanzaro, con il patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Catanzaro e della Fondazione “Caduceo”

Fonte: di Salvatore Taverniti, Gazzetta del Sud del 23 giugno 2014

AMARONI (CZ) – 23 GIUGNO 2014 – Le aziende apistiche del gruppo “Bova Miele” di Amaroni a disposizione dei partecipanti alle giornate di formazione professionale dei veterinari delle Asp della Calabria. 

La prima giornata del corso, promosso dall’Asp di Catanzaro, con il patrocinio della Regione Calabria (“task force” per le attività veterinarie), della Provincia di Catanzaro e della Fondazione “Caduceo”, si è svolta al “Musmi” di Catanzaro, sulle normative vigenti per l’allevamento delle api e la sicurezza dei prodotti dell’alveare.

La seconda, invece, ha avuto inizio nella sede della società “Calabria Produce”, di Barbara Sestito ad Amaroni, con la presentazione delle aziende del “Bova Group Miele” da parte del socio Carlo Bova, e con le relazioni delle professoresse Tantillo, Terio e Bonerba, dell’Università di Bari, sulle esercitazioni in apiario, l’organizzazione sociale delle api e le malattie delle api.

Poi tecnici e relatori si sono recati nelle postazioni apistiche di Daniela Mancini (appartenenti al “Gruppo Bova”) e all’apiario didattico, adeguatamente costruito per le visite, dove sono state aperte le arnie ed estratti i favi per far vedere materialmente ogni operazione ai tecnici partecipanti, presenti anche Maurizio Millea (tecnico dell’Ara), Giuseppe Olivadoti (presidente di “Amaroni Miele”) e Paolino Bova (socio dell’azienda apistica amaronese).

I lavori sono proseguiti all’interno del laboratorio di smielatura, per seguire le fasi di estrazione del miele, lo stoccaggio con l’assegnazione dei lotti, la lavorazione della cera, l’invasettamento, le fasi di lavorazione e della trasformazione della cera, e nel laboratorio delle candele in cera d’api.

Durante la pausa sono stati offerti prodotti caseari, a cura dell’azienda “Dedoni” di Squillace e naturalmente tanto miele. I lavori sono stati curati da Anselmo Poerio Anselmo e Giuseppe Viscomi, con il coordinamento di Francesco Corapi, presidente dell’ordine dei medici veterinari della provincia di Catanzaro.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.