Stampa Stampa
169

AMARONI (CZ) – “Fiera dei mestieri”, il fascino senza tempo delle “arti” di una volta


mestieri amaroni

La manifestazione, attesa per domani, è una mostra -mercato delle occupazioni di una volta, spesso dimenticate o “cancellate” dalla memoria, specie dei più giovani, dall’imperversare della tecnologia

di Franco Polito

AMARONI (CZ) – 1 AGOSTO 2014 – Dalle 17 di domani pomeriggio fino a notte inoltrata. Una lunga maratona alla ri – scoperta delle occupazioni di una volta. Un tuffo nella fatica delle passate generazioni che è anche nuova forma di turismo per il rilancio delle attività turistiche e artigianali. 

E’ la “Fiera dei mestieri”, vero e proprio cult dell’estate amaronese. Da qualche anno uno degli appuntamenti irrinunciabili del tabellone puntualmente messo in piedi dall’amministrazione comunale targata Arturo Bova sindaco. 

Sull’organizzazione, oltre alla firma del civico governo,  c’è anche il marchio di fabbrica della Camera di Commercio di Catanzaro e il patrocinio del consorzio di bonifica “Ionio Catanzarese”. 

E come accade da diverso tempo saranno le caratteristiche vie del centro storico a ospitarla. Sarà un lungo serpentone di stand, arti, mestieri, musica, sapori e arte culinaria. 

Un itinerario nelle occupazioni di una volta, spesso dimenticate o “cancellate” dalla memoria, specie dei più giovani, dall’imperversare della tecnologia. 

La formula, collaudata e vincente, viste le migliaia di presenze registrate nel corso degli anni, è una mostra – mercato alla scoperta di fantasie e abilità del passato ri – proposte dagli espositori di Amaroni e di tutta la regione.

Dal caratteristico della “Fiera” a quella del sottofondo musicale che sarà tutto nello spettacolo di musica popolare itinerante “Gruppo Folk Internazionale Rocca Falluca – Tiriolo – Calabria”. 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.