Stampa Stampa
26

AMARONI (CZ) – Consuntivo 2013 (ed elezioni?) nel consiglio comunale di oggi pomeriggio


Palazzo Canale, sede del municipio

Palazzo Canale, sede del municipio

C’è curiosità sull’atteggiamento della minoranza dopo la decisione di non presentare nessuna lista alle elezioni

di Franco Polito

 AMARONI (CZ) – 28 APRILE 2014 – A poco meno di due giorni dal deposito ufficiale delle liste che correranno alla tornata elettorale del prossimo 25 maggio per il rinnovo del consiglio comunale.

 Al centro del discutere ci sarà l’esame e l’approvazione  del bilancio consuntivo 2013.  Ma nel consiglio comunale convocato per le 17,30 di oggi pomeriggio con molta probabilità il pensiero andrà alle elezioni che verranno.

 Più di ogni altra cosa c’è (la generale) curiosità di verificare se nella sala consiliare ci sarà la minoranza “Amaroni prima di tutto” dopo la decisone di non prendere parte alle elezioni. L’argomento è sulla bocca di tutti.

 Anche su quella del primo cittadino Arturo Bova. <<Sabato – sottolinea il primo sindaco – abbiamo presentato la lista di “Democrazia è Partecipazione”, ma soprattutto abbiamo scritto una pagina indelebile di storia politica in Calabria. E’ la prima volta nella storia di Amaroni che si presenta una sola lista ad una competizione elettorale per il rinnovo del consiglio comunale>>.  

 Chiara l’allusione di Bova agli avversari storici di “Amaroni prima di tutto”. La vicenda stimola il parlare di Bova e le sue puntualizzazioni politiche, amministrative e legali. <<Ad onor del vero  – aggiunge – è stata presentata una seconda lista (“Viva Amaroni”) di grandissima caratura, ma è bene precisare che si tratta di una lista presentata nell’ambito del nostro gruppo al fine di evitare le conseguenze nefaste della partecipazione di una sola lista alla competizione elettorale (quorum del 50% + 1 degli iscritti alle liste elettorali, compresi i residenti all’estero)>>.

Poi è la volta delle riconoscenze. <<Un grazie particolare  – dice ancora Bova – a tutti i cittadini amaronesi, soprattutto a quelli residenti in Svizzera che hanno fatto sentire la loro voce potente annunciando il ritorno nel paese in massa per giorno 25 maggio, e a tutti coloro che hanno fatto capire senza se e senza ma che Amaroni ha trovato un grande equilibrio e una piena sintonia tra amministrazione e cittadinanza>>.

 Ma a anche <<ai miei compagni nell’avventura che sta per terminare –  conclude Bova –  e ai nuovi che si sono aggiunti “ufficialmente” ma che ci hanno sempre sostenuto. La loro adesione alla nostra lista è stata la prova tangibile che “Democrazia è Partecipazione” non è solo un bel progetto amaronese, ma una solida e grande realtà. Questo è il segno che abbiamo fatto bene in questi 5 anni di amministrazione, al punto da indurre gli avversari a deporre le armi e, cosa senza precedenti, a non presentare la lista>>. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.