Stampa Stampa
56

AMARONI (CZ) – CALA IL SIPARIO SU “CALABRIA RITMICA”


Progetto realizzato dal Comune nell’ambito dell’evento storicizzato “E … state ad Amaroni. Trenta allievi, tra ragazzi e adulti, sono andati alla riscoperta della risalente tradizione musicale calabrese

di Fra. PO.

AMARONI (CZ) – 15 GENNAIO 2017 –  Si è concluso “Calabria Ritmica”, il progetto di promozione di suoni e strumenti della tradizione musicale popolare che si è tenuto dal 12 novembre al 22 dicembre, realizzato nell’ambito dell’ Evento storicizzato “E…state ad Amaroni, finanziato dal Bando Eventi Culturali 2016 della Regione Calabria.

Ideato e organizzato dal Comune di Amaroni, il progetto è stato   coordinato   dall’ Associazione Culturale  “ Radici Calabre” che ne ha curato sia la docenza, sia i laboratori artigiani, oltre alla mostra e al concerto conclusivi.

Il progetto, gratuito, ha visto la partecipazione di 30 allievi, tra ragazzi e adulti. Dopo la giornata di presentazione, con una carrellata sugli strumenti della tradizione, dei musicisti Giuseppe Sestito, Andrea Bressi, Gregorio Fera, Antonio Lamanna si è entrati subito nel vivo con uno stage formativo/informativo sulla “lira calabrese” e  l’officina della lira, a cura del musicista/maestro liutaio Daniele Mazza di Tiriolo. Gli allievi, attraverso le sapienti mani  e la guida di Daniele, hanno realizzato questo particolare strumento musicale che, con grande soddisfazione, è stato presentato alla popolazione amaronese nella mostra allestita presso la Sala Consiliare.

Oltre all’officina della lira, il progetto si è arricchito con i vari stage informativi che hanno avuto come protagonisti la chitarra battente, la zampogna, i fischietti, la pipita, il tamburello, l’organetto diatonico. Si sono alternati in qualità di docenti diversi musicisti. Il senso del grande valore di questo progetto può essere riassunto da una fotografia degli allievi: bambini, ragazzi e anziani, generazioni diverse, storie e culture differenti, legate da una passione che si tramanda e che rafforza il legame con la nostra terra, le nostre tradizioni.

“Calabria Ritmica” si è concluso in bellezza. I maestri/musicisti hanno allietato i presenti con musiche e danze popolari; hanno allestito una piccola mostra di strumenti, fornendo alla platea notizie e curiosità sugli stessi. Grazie a loro abbiamo viaggiato per tutta la Calabria, scoprendo – riscoprendo  tradizioni e differenze delle varie province della nostra regione. Quanti gli aneddoti raccontati da Andrea, Daniele, Giuseppe, Gregorio. E che belli i piccoli allievi che si sono esibiti con una corale di canti fanciulleschi e filastrocche dialettali.

Piccoli intermezzi musicali anche dall’allievo più grande,  Raffaele Ciampa, appassionato di chitarra e mandolino, bravissimo musicista che si è esibito insieme al suo maestro Andrea.

Soddisfazione del sindaco Gino Ruggiero che a fine serata ha espresso «l’importante valore culturale del progetto, che coniuga tradizione e innovazione, che unisce i bambini e gli anziani». Ruggiero ha anche ricordato il finanziamento della progettazione nell’ambito della Pac 2007/2013. Sono stati momenti formativi e particolarmente divertenti per i quali ha  ringraziato  allievi, docenti e pubblico presente.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.