Stampa Stampa
104

AMARONI, BATTITI D’AMORE


Riceviamo e pubblichiamo:

AMARONI (CZ) –  14 LUGLIO 2018 –  «Va in archivio “Un Cuore Che Ascolta”, l’edizione 2018 dell’oratorio estivo. Dare conto di quanto occorso è un’impresa titanica!

Neanche il video girato, rende il senso di ciò che i nostri ragazzi hanno vissuto e condiviso con i loro pari, i nonni, gli zii e, soprattutto, i genitori. Si è trattato di un percorso arricchito dall’adorabile presenza di quelle che un cittadino amaronese, Franco Papaleo, in un post su Facebook, ha pensato bene di definire “portatori di pace e di allegria …”

Il pensiero non può che volgere verso le nostre consorelle: Suor Angelica, Suora Zoila, Suor Julita, Suor Estela, e ultima, ma non certo per ordine di importanza, madre (Suor) Carmen, (come amiamo definirla), donna al contempo rigorosa e dolce: il nostro gancio in quello che è stato un oratorio senza tempo.

Ringraziamo la Congrega delle “Suore figlie di nostra Signora del Monte Calvario “ di Roma che ha permesso alle nostre sorelle di traghettare i nostri bambini in un mondo aulico dove l’unica regola è l’amore. Con pazienza divina … le sorelle si sono guadagnate in poche ore la stima ed il rispetto dei Vostri e Nostri figli.

Abbiamo dato vita ad un grande cuore che ha cercato di farsi ascoltare, un cuore che deve imparare a donare incondizionatamente. Lo abbiamo fatto utilizzando il linguaggio dei ragazzi. Facendo vivere concretamente delle esperienze che sono certa non svaniranno cos’ facilmente dal loro animo.

Chi dimenticherà il ritiro in località  Serra ed il volto di Elisabetta Ceravolo, colta nel mentre, all’ombra di alberi secolari, incantata dal canto delle cicale, armonizzato dal fruscio delle cascatelle del fiume “ Ferrera”, fissava, estasiata, i suoi occhi al cielo!

L’esperienza con le infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana, la conoscenza della valorosa divisa indossata, i giochi senza vincitore né vinto, conclusisi con amorevoli baci e abbracci, la sponsorizzazione del donare col cuore senza dover necessariamente ricevere.

La merenda pomeridiana consumata diligentemente e divenuta dopo due giorni, il momento più atteso della giornata …. (quando arrivava la cuoca Teresa, sembrava l’entrata di una Star, tanto era l’aspettativa).

Abbiamo colorato i nostri pomeriggi, dando vita ad oggetti inanimati; danzato al ritmo della vita; scoperto abissi profondi su battelli trasparenti unici al mondo (Area Riserva Marina capo Rizzuto)! Abbiamo girovagato ai piedi di fortezze incantate in acque segnate dal tempo ( fortezza aragonese)!

Un programma in continuo divenire ed il cui tema spesso è stato scelto proprio dai ragazzi! Ha coronato il tutto, l’aiuto concreto fornito, senza se e senza ma, dalla Fanfara Anget Calabria, dall’Acqua Calabria, e dell’on.le Arturo Bova che hanno sostenuto l’iniziativa oltre naturalmente all’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Luigi Ruggiero, che rappresento,  ed al parroco, Don Antonio Scicchitano, a cui va tutto il mio personale ringraziamento.

La semina è il futuro! Aver reso libero anche uno solo di quei 91 cuori che si sono avvicendati in questa esperienza è motivo di viva soddisfazione.

Intorno ai nostri ragazzi ha viaggiato metà del paese ognuno donando il proprio apporto: le animatrici Paoletta Anastasio, Maria Zicchinelli, Irene Scicchitano, Marika Cantaffa, Raffaella Laugelli, le nostre validissime collaboratrici: Alessandra Esposito, Roberta Muzzì, l’infaticabile cuoca Teresa, le suore Angelica, Zoila, Estella, Julita, madre Carmen, Flavia e Caterina del servizio civico comunale, Luca, Rocco, Madi e Peppe del servizio civile, gli immancabili Rocco e Franca Devito, il vigile Urbano (il nostro Giuseppe de Giorgio detto Jo), il vicesindaco Teresa Lagrotteria ed il rag. Sandro Frisina che hanno trovato i finanziamenti.

E ancora,  l’assessore Peppe Laugelli, il consigliere Antonio Scamarcia, la delegata ai servizi sociali Simona Sestito, il consigliere Francesco Muzzi e la sua compagna Romina, la falegnameria Marra, anche la nostra Antonietta, le super mamme che si sono adoperate al meglio per l’ottima riuscita dell’oratorio, e per quello che vedremo da qui a poco (festa a sorpresa per il compleanno di Suor Zoila), la famiglia Todaro che ha ospitato le nostre consorelle, Anna Ruggiero, Stefania Anastasio, tutti i genitori che ci hanno affidato ciecamente i loro ragazzi e tutti coloro che credono nella crescita della società.

Mi mancherà l’incitamento alla ricomposizione, avrò nostalgia dei vostri però…lui ….il vostro senso di ciò che è giusto …. mi mancherà la vostra gioia di vivere e vi ringrazio uno per uno ragazzi per tutto quello che ognuno di voi mi ha dato in modo incondizionato!

Grazie ancora a tutti ed al mitico Don Antonio col quale mi fregio di avere collaborato senza trascurare il sindaco che ha avuto piena fiducia in me. Grazie alla Protezione civile per questo nuovo regalo fatto ai bambini, l’inaugurazione del nuovo parco giochi nel giorno di chiusura dell’oratorio non poteva trovare momento migliore!

Un grazie ultimo e particolare alle mie nuove sorelle testimoni della grazia di Dio. Arrivederci al prossimo anno con altre imprevedibili esperienze, tutte da vivere».

Avvocato Patrizia Ruggiero, Consigliere Comunale delegata alle Politiche Sociali, Pubblica Istruzione, Affari Legali, Pari Opportunità

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.