Stampa Stampa
35

ALLERTA VIRUS, VALLEFIORITA RIORGANIZZA IL CENTRO OPERATIVO COMUNALE


Aggiornato con l’ingresso di nuove figure per rafforzare l’assistenza alla popolazione

Franco POLITO

VALLEFIORITA (CZ) –  20 MARZO 2020 –  Al mattino presto l’altoparlante comunale in giro per le strade che invita a non uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute o stretta necessità.

Anche Vallefiorita ricomincia le giornate affrontando una “nuova sfida” al Coronavirus. E come per il resto d’Italia l’obiettivo è di ridurre al minimo (fino ad azzerarli) gli spostamenti e gli assembramenti.

Dopo il mercato settimanale, il sindaco Salvatore Megna ha vietato fino al prossimo 3 aprile l’ attività di commercio ambulante in forma itinerante.

Misure stringenti pure da queste parti. L’intento è il controllo capillare del territorio e la soddisfazione delle esigenze dei cittadini in difficoltà.

Dopo la costituzione spontanea del gruppo di volontari “Va tutto bene” in affiancamento all’amministrazione comunale, la Giunta ha deciso di costituire e attivare il Centro Operativo Comunale nella sua nuova composizione.

«L’aggiornamento – spiegano dalla Giunta – con l’ingresso di nuove figure, si è reso necessario alla luce dell’emergenza sanitaria che stiamo affrontando.

 La sua istituzione, infatti, risale al 2008, a seguito della stesura delle schede di livello base anno 2017 e dell’approvazione definitiva del piano di protezione civile».

 Tradotto, passi organizzativi in avanti per «assicurare nell’ambito del territorio del Comune di Vallefiorita, la direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione» conclude la Giunta.

 Non mancano i gesti di solidarietà comunitaria. «Siamo riusciti  annuncia il sindaco – ad acquistare diversi metri di stoffa di cotone idrorepellente per “auto – produrre le mascherine per la nostra comunità.

Abbiamo calcolato che riusciremo a produrne 1000: in pochi giorni, il modo tale da fornirle a tutti i cittadini di Vallefiorita.

Sono già a lavoro le signore Rosa Tinell e Caterina Russumanno di Vallefiorita oltre alle signore Barbara e Marisa Olivadoti,  titolari della sartoria “Errebiemme” di Amaroni, che hanno già prodotto e donato 350 mascherine alla nostra comunità».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.