Stampa Stampa
13

AGROALIMENTARE, IL CONSOZIO DI BONIFICA CATANZARO DICE “SÌ” AL DISTRETTO DEL CIBO MEDIO IONIO


La sede del consorzio Ionio Catanzarese

Ente metterà  a disposizione potenzialità e professionalità in modo che questo strumento di politica economica possa valorizzare il ruolo delle imprese agricole del comprensorio

di REDAZIONE

CATANZARO –  23 GIUGNO 2021 – Credendo molto nell’importanza dei “Distretti del Cibo” previsti in Calabria dalla Regione con DGR n. 282/2020, il Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese ha aderito alla Manifestazione d’interesse per il riconoscimento del “Distretto del Cibo del Medio Ionio” indetta con DDG n° 4127/2021 e il cui soggetto proponente è il Distretto Rurale del Medio Ionio presieduto da Domenico Gallelli sindaco di Zagarise.

Questo quanto comunica Fabio Borrello presidente dell’Ente Consortile che aggiunge: “Siamo impegnati a fare in modo che la disponibilità idrica agli agricoltori diventi costante e di qualità lo richiede il nostro agroalimentare e il distretto del cibo è una progettualità idonea ad esaltare le peculiarità del Consorzio di Bonifica.

Risparmio ed efficienza nella gestione dell’acqua sono risposte diverse ad una richiesta sociale, sollecitata da più concause: dai cambiamenti climatici alle esigenze economiche delle imprese, perché il costo dei servizi idrici è una posta del loro bilancio.

Il Consorzio, oltre ad essere centrale nelle politiche di investimento sulla risorsa idrica ha margini di ampliamento della superficie irrigata infatti possiamo contare su un’area attrezzata potenzialmente irrigua di 11mila ettari e ad oggi irrighiamo oltre 3mila ettari di terreno agricolo.

Il tema che si pone allora sono gli investimenti sull’irriguo per trattenere l’acqua piovana perche l’agroalimentare di qualità ha necessità dell’acqua. E’ evidente – continua – che una  sfida è la certificazione della qualità dell’acqua per dare un valore ai servizi ecosistemici assicurati dall’attività dei Consorzi di bonifica ed irrigazione.

Il nostro costante sforzo è di ottimizzare l’uso dell’acqua in agricoltura, e comunicare all’opinione pubblica– prosegue il Presidente del Consorzio – che l’acqua consumata e che si spreca non è quella irrigua, che viene restituita all’ambiente, spesso migliore di come è stata prelevata. L’acqua è e deve rimanere una risorsa pubblica a servizio delle comunità e dei loro territori.

Metteremo a disposizione del Distretto del Cibo le nostre potenzialità e professionalità in modo che questo strumento di politica economica possa valorizzare il ruolo delle imprese agricole del comprensorio che ricade nei comuni di Albi, Andali, Belcastro, Botricello, Cerva, Cropani, Fossato Serralta, Magisano, Marcedusa, Pentone, Petronà, Sellia, Sellia M.na, Sersale, Simeri Crichi, Sorbo San Basile, Soveria Simeri, Taverna, Zagarise.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.