Stampa Stampa
42

AGGRESSIONE AMARONI, GIP CONVALIDA ARRESTI


Mercoledì scorso erano finite in manette quattro persone, poste ai domiciliari, con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale con le aggravanti delle lesioni e la presenza di più persone

 di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

 PRESERRE (CZ) – 4 AGOSTO 2019 – Si è tenuta ieri mattina (venerdì 2 agosto, ndr) al Tribunale di Catanzaro l’udienza di convalida degli arresti delle quattro persone coinvolte mercoledì scorso, ad Amaroni, nella vicenda dell’aggressione di una donna del luogo, di 55 anni, da parte di un uomo, I.B., di 44 anni, che poi ha rischiato di essere linciato.

 I carabinieri della Compagnia di Girifalco avevano arrestato quattro persone, poste ai domiciliari, per violenza e resistenza a pubblico ufficiale con le aggravanti delle lesioni e la presenza di più persone. Si tratta di I.F., di 59 anni, I.G., di 35, I.R., di 34, e O.G., di 32, parenti della signora.

 Durante la fase dell’identificazione del presunto aggressore, sono arrivati almeno otto persone che, nonostante la presenza dei carabinieri, hanno aggredito I.B. con calci e pugni.

 Nel tentativo di impedirne il linciaggio, i militari venivano a loro volta colpiti riportando lievi contusioni.

 Grazie all’intervento di altre pattuglie, il gruppo è stato bloccato e portato in caserma. Quattro di loro sono stati arrestati.

 Il Gip del Tribunale, Matteo Ferrante, ha convalidato il provvedimento dei carabinieri, rinviando il processo al 9 ottobre per la concessione dei termini a difesa.

 Lo stesso Gip non ha ritenuto di adottare misure cautelari, per cui i quattro attenderanno il processo in stato di libertà; solo per due di loro (I.F. e I.G.) è stato disposto il divieto di avvicinamento al 44enne.

 La vicenda scaturisce da dissidi familiari risalenti nel tempo.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.