Stampa Stampa
64

AGGREDISCE GIOVANE E GLI ROMPE LA MANDIBOLA CON UN’ACCETTA, 69ENNE ARRESTATO NEL CATANZARESE


Ferimento al culmine di una lite per il parcheggio dell’auto. L’accusa è tentato omicidio. Sfiorata tragedia

di REDAZIONE 

VALLEFIORITA (CZ) –  21 MAGGIO 2020 –  Nella mattinata di oggi i Carabinieri della Stazione di Squillace hanno arrestato, con l’accusa di tentato omicidio, B. A. V.  69enne di Vallefiorita.

I carabinieri erano stati chiamati, intorno alle 12, per la segnalazione di un’ aggressione ai danni di un giovane 27enne di Vallefiorita. 

Giunti sul posto, i militari trovano il giovane a terra con una visibile ferita al volto. Gli operatori del 118 erano già arrivati e stavano prestando le prime cure al malcapitato, che, all’arrivo dei carabinieri, si stava risvegliando dopo un iniziale svenimento dovuto alla aggressione subita.

La ricostruzione dei fatti svolta nell’immediato dai Carabinieri ha permesso di individuare nel  sessantanovenne il presunto autore dell’aggressione che, scaturita da una lite per futili motivi legati al parcheggio di una auto, ha rischiato di trasformarsi in tragedia.

A seguito dello scontro verbale tra i due, infatti, il sessantanovenne sarebbe rientrato in casa, avrebbe preso una accetta e si sarebbe scagliato contro il suo avversario, colpendolo al volto, fortunatamente con il lato piatto, spaccandogli, comunque, la mandibola e facendolo svenire.

Nell’immediatezza, fermatosi per il sopraggiungere di altre persone accorse per le urla, l’uomo posava in casa l’accetta e si allontanava a bordo della propria autovettura.

I Carabinieri di Squillace immediatamente sono partiti alla ricerca  dell’uomo che dopo pochi minuti è stato fermato tra le strade del paese.

L’accetta è stata recuperata e posta sotto sequestro dai Carabinieri.

Per l’aggressore è scattato l’arresto per tentato omicidio.

Allo stato è ristretto presso la camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.