Stampa Stampa
24

AGEVOLAZIONI TRIBUTI, AD AMARONI C’È IL SÌ DEL CONSIGLIO AL BILANCIO DI PREVISIONE


Amaroni: Palazzo Canale, sede del municipio

Approvata anche la nota di aggiornamento al documento unico di programmazione 2022-2024

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud, 1 giu 2022)

AMARONI (CZ) –  6 GIUGNO 2022 –  Il consiglio comunale di Amaroni, presieduto dal sindaco Gino Ruggiero, ha approvato il bilancio di previsione e la nota di aggiornamento al documento unico di programmazione 2022-2024.

Pratiche su cui ha relazionato la vicesindaca e assessora al ramo Teresa Lagrotteria, la quale ha evidenziato che, con riferimento ai tributi, sono previste una serie di agevolazioni.

Vengono confermate le aliquote Imu come lo scorso anno e prosegue il lavoro di recupero dell’evasione tributaria parziale e totale.

Lagrotteria poi si è soffermata sui singoli punti del bilancio, illustrando gli interventi  previsti nell’ambito dei servizi generali, sicurezza, istruzione, attività culturali, giovani, sport e tempo libero, turismo, ambiente, politiche sociali. In riferimento a quest’ultima azione, l’assessora ha specificato che «nell’elaborazione di tariffe e aliquote di imposte e tasse comunali si terrà conto delle difficoltà economiche in cui versano le famiglie e le attività.

Abbiamo, inoltre, rifinanziato  il fondo sociale e culturale dedicato a iniziative nell’ambito dei servizi sociali e culturali, con la quota di incremento dell’indennità del sindaco a carico del bilancio comunale e l’indennità di carica del vicesindaco».

Il consiglio ha approvato anche il piano delle alienazioni e valorizzazioni degli immobili, i piani di zona per l’edilizia popolare e per gli insediamenti produttivi e le tariffe relative alla tassa sui rifiuti (Tari).

«La Tari 2022 – ha affermato Lagrotteria – è stata elaborata sulla base del piano finanziario approvato il 30 aprile ed è in diminuzione rispetto alle precedenti. Si è dato atto che per le utenze domestiche, oltre alle riduzioni già previste dal regolamento, saranno disposte altre agevolazioni le famiglie in difficoltà da finanziare con fondi di bilancio».

Perplessità sono state manifestate dalla consigliera Patrizia Ruggiero, in rotta con il sindaco e il gruppo di maggioranza, ed ha espresso voto contrario sulle pratiche discusse.

In particolare, ha evidenziato il «potenziale danno erariale che si accinge a vivere il nostro Comune in quanto la deliberazione relativa alla determinazione delle tariffe Tari del 2021 è stata inviata al Ministero delle Finanze oltre i termini previsti con la conseguenza che le stesse risultano inefficaci e inapplicabili».

Una situazione che si riverberebbe sul piano e sulle tariffe 2022, che, secondo la Ruggiero, «sono state determinate sulla base di un quadro economico non corrispondente al vero».

La stessa, quindi, ha proposto alla giunta di procedere all’annullamento del ruolo 2021, con conseguente applicazione delle tariffe 2020, alla rielaborazione della procedura economica finanziaria della Tari, sia con riferimento al 2021 che al 2022, e al rinvio del punto posto all’ordine del giorno.

Proposta non accolta, in quanto, come detto, il consiglio ha proceduto all’approvazione di tutte le pratiche. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.