- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

ACQUA, SERRA SI “STACCA” DA SORICAL

Il 35% del paese sarà gestito dalle sorgenti del posto

Fonte: ILVIZZARRO.IT 

SERRA SAN BRUNO (VV) –  7 OTTOBRE 2019 – «Quella di oggi (venerdì, ndr), per l’intera comunità, è una giornata storica: grazie, infatti, all’impegno dell’amministrazione comunale che mi onoro di rappresentare, d’ora in poi il 35% della nostra cittadina sarà servita da acqua proveniente dalle sorgenti».

Ad annunciarlo, nel corso della cerimonia di inaugurazione della fontana pubblica situata in via San Brunone di Colonia, è stato il sindaco Luigi Tassone.

All’incontro, oltre al primo cittadino, hanno preso parte anche il vicesindaco Jlenia Tucci, gli assessori comunali Francesco De Caria, Francesco Zaffino e Maria Rosaria Franzè e la consigliera Adele La Rizza, oltre a diversi semplici cittadini.

Dopo il taglio del nastro, i componenti dell’amministrazione comunale hanno spiegato nel dettaglio i lavori svolti relativamente al serbatoio di località “Castagnari” e quelli eseguiti per la nuova immissione nella rete idrica dell’acqua proveniente dal serbatoio di località “Scorciatina”.

«Sin dal giorno in cui ci siamo insediati – ha detto l’assessore Francesco Zaffino – abbiamo lavorato a testa bassa sulla problematica relativa all’acqua.

A coloro i quali ci hanno etichettato come amministrazione “pro Sorical” dico soltanto che noi, a differenza di altri, abbiamo cercato di capire quali fossero le esigenze della popolazione e, grazie al finanziamento di 250mila euro, siamo intervenuti sulle cose più urgenti che andavano fatte.

Da anni, ormai, tanti serresi si recavano nei paesi limitrofi per riempire le bottiglie di acqua. Oggi questo, grazie a noi, non avverrà più».

I lavori eseguiti nelle località “Castagnari” e “Scorciatina”, per come annunciato da Zaffino, «porteranno a circa 6/9 litri di acqua al secondo che viene immessa nella rete idrica comunale e sottratta a Sorical. E questo si traduce anche in un risparmio per le casse comunali».

Di «giornata storica» ha parlato il sindaco Luigi Tassone, a giudizio del quale «da oggi anche gran parte del quartiere di “Terravecchia” non sarà più gestito da Sorical, ma dalle nostre sorgenti.

 Non è facile – ha proseguito il primo cittadino – arrivare al distacco totale da Sorical, ma siamo sulla buona strada. Qualcuno, in questi anni, ha posto in essere una vera e propria campagna denigratoria nei nostri confronti, come se avessimo qualcosa da spartire con la società che gestisce le risorse idriche. Noi, però, siamo oggi qui ad annunciare che Serra, finalmente, grazie al nostro agire, per il 30/35% verrà servita da acqua comunale».

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore Antonio Gallè e dal vicesindaco Jlenia Tucci: «L’inaugurazione di questa fontana e i lavori effettuati sia in località “Castagnari” che in località “Scorciatina” – ha detto Tucci – è frutto dell’unione di forze che ci ha consentito di andare oltre ogni steccato politico.

Stiamo lavorando verso un unico grande obiettivo, che è quello del soddisfacimento dei bisogni della collettività».