Stampa Stampa
40

ACCOGLIERE E SUPPORTARE LE FRAGILITÀ, A.M.A. CALABRIA APRE SEDE A SQUILLACE


Immobile messo a disposizione dal Comune, obiettivo è l’iauto a che vive una situazione di disagio psichico e di emarginazione sociale

Articolo e foto di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

SQUILLACE (CZ) –  23 DICEMBRE 2019 –  Inaugurata a Squillace la nuova sede dell’associazione “A.m.a. (Auto mutuo aiuto) Calabria”.

Si trova in piazza del Vescovado al piano terra dell’edificio che un tempo ospitava l’agenzia delle entrate e il giudice di pace.

A fare gli onori di casa la presidente Rosa Conca, psicologa, con il direttivo e i volontari dell’associazione nata nel 2004 con l’obiettivo di dare una risposta concreta, in termini di assistenza socio-riabilitativa e di auto mutuo aiuto, a quanti vivono una situazione di disagio psichico e di emarginazione sociale.

«Il lavoro – ha spiegato Conca – si  svolge  attraverso una sana combinazione che intreccia l’aiuto formale, tecnico, sanitario e specialistico con l’esperienza, la motivazione, la spontaneità, il calore umano e il coinvolgimento personale di volontari, operatori e familiari».

All’inaugurazione erano presenti il sindaco di Squillace Pasquale Muccari, quello di Gasperina Gregorio Gallello, gli assessori Rosetta Talotta e Franco Caccia, i consiglieri comunali Oldani Mesoraca ed Enzo Zofrea, il presidente della Pro loco Agazio Gagliardi, il parroco don Enzo Iezzi, oltre a vari rappresentanti del volontariato di tutta la provincia. Muccari, in particolare, ha sottolineato che al primo piano dello stabile troverà posto la sede dell’Avis comunale.

«L’immobile, dunque – ha aggiunto – diventa un centro di solidarietà, che svolgerà iniziative culturali e di promozione sociale».

“A.m.a. Calabria” persegue la finalità di accogliere e supportare le fragilità.

Vi operano una psicologa, un’assistente sociale, tre infermiere, un tecnico, ma ci sono anche donne esperte nella lavorazione del sapone e per l’organizzazione delle varie attività di laboratorio.

Nel corso degli anni l’associazione ha svolto diversi progetti di formazione e di sostegno e riabilitazione per soggetti con disagio psichico. 

«Con l’avvio dell’attività a Squillace – ha puntualizzato Conca – vogliamo offrire a tutto il comprensorio un’opportunità finalizzata a gestire situazioni di indigenza attraverso il banco alimentare; un’occasione ricreativa per giovani con difficoltà; uno spazio femminile sia culturale che ricreativo.

Naturalmente auspichiamo la collaborazione di volontari che intendono donare una parte del proprio tempo per realizzare questi obiettivi».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.