Stampa Stampa
69

A STALETTÌ IL POSTINO “NON SUONA DUE VOLTE”


Nelle ultime settimane  caos e ritardi per la consegna della corrispondenza

di Salvatore CONDITO

STALETTÌ (CZ) – 30 MARZO 2019 –  “Caro amico ti scrivo, cosi mi distraggo un po’”, per cui  recitava l’inizio di un testo di un grande cantautore italiano Lucio Dalla,  ma calata nella realtà che in questi mesi vive la comunità di questo piccolo paesino collinare, riteniamo che non è proprio cosi.

In queste settimane un vero e proprio caos, ha colpito tutta la popolazione di questo paese, la mancata consegna della posta ordinaria con  errori nell’identificazione dei destinatari; un vero e proprio incubo che sta portando in questi giorni ad alterazioni e scontri verbali.

Due i portalettere che prestavano questo servizio, uno è spostato ‘‘misteriosamente’ nella vicina Girifalco, mentre l’altro che era a tempo determinato avendo esaurito il contratto è mandato a casa.

La sostituzione è avvenuta con due arrivi provenienti dall’ufficio postale di Soverato, ma dopo due mesi, i portalettere hanno difficoltà a consegnare la posta ordinaria che spesso arriva ai destinatari sbagliati, oppure non riuscendo a trovare le vie.

Tutto questo sta portando a gravi ripercussioni sul piano dei disagi, soprattutto per quanto riguarda bollette (Enel e Telefono) con pericoli di abbassamento della potenza o improvvisi distacchi.

In questi giorni molte le lamentele, le telefonate di protesta presso la direzione provinciale delle poste di Catanzaro, ma soprattutto gli ‘sfoghi’ sul povero Direttore della filiale, che con spirito di collaborazione consiglia ai cittadini di chiamare i numeri verdi di Enel e Telecom per conoscere importi dei consumi e compiere   i pagamenti  in emergenza.

Una situazione che in queste ore sta diventando veramente esplosiva soprattutto per i tanti anziani persone sole e ammalate che non riescono a poter fare il giusto pagamento dei loro consumi, rischiando di diventare ‘morosi’ verso le società che gestiscono servizi.

C’è da rilevare che il Sindaco Alfonso  Mercurio, saputo di questo grave disagio, attraverso una squadra di operai di riprendere la toponomastica del paese aggiornando i numeri civici.

Misure che si spera possano riportare alla normalità un servizio fondamentale per gli utenti, forse servivano un po’ di buon senso da parte della Direzione provinciale delle poste di Catanzaro, evitare lo spostamento e conclusione del contratto di due persone che ormai conoscevano  la realtà dello stradario di questo paese.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.