Stampa Stampa
9

25 APRILE A TARSIA, SIMBOLO DI LIBERTÀ


Oliverio: “Data non può essere dimenticata o infangata”

di REDAZIONE 

TARSIA (CS) –  26 APRILE 2019 –   Il 25 aprile è una giornata che non può essere dimenticata e neanche offuscata o infangata”.

Lo ha detto Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria, partecipando, ieri mattina, alle celebrazioni della Festa della Liberazione che si sono tenute nell’ex campo di prigionia di Ferramonti di Tarsia (Cosenza), dove è stata anche deposta una corona su una lapide a memoria dei caduti.

“E’ un simbolo di libertà – ha detto Oliverio – e credo che un Paese maturo e civile non può rinunciare alla libertà che ci è stata data dal 25 aprile”.

Oliverio, inoltre, ha visitato il cantiere del Cimitero dei migranti, a Tarsia, nel Cosentino, accompagnato da Franco Corbelli, che ha promosso la costruzione dell’opera di solidarietà.

“Il Cimitero  – ha sottolineato –  è il simbolo del rispetto di milioni di uomini e donne che sono costretti ad attraversare il Mediterraneo, perdendo spesso la vita, e anche quando si perde la vita bisogna rispettarne la dignità”.

“Tarsia è il simbolo della Calabria che accoglie, – ha concluso Oliverio – lo è stata durante il fascismo e con la Liberazione e lo è oggi con il Cimitero dei migranti”.

“I lavori vanno avanti – ha detto invece Franco Corbelli – e il primo stralcio sarà terminato a giorni, e speriamo che per il 3 ottobre, la data della memoria delle vittime dei naufragi, tutto sia pronto, e sarà anche un simbolo di integrazione, un tutt’uno con il cimitero comunale di Tarsia”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.