Stampa Stampa
24

106 IONICA TRA DAVOLI E GUARDAVALLE, NESCI E BARBUTO INCONTRANO I VERTICI ANAS


Affrontato problema messa in sicurezza arteria in seguito a ripetute segnalazioni istituzioni locali

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  8 LUGLIO 2020 –  Le parlamentari Dalila Nesci ed Elisabetta Barbuto, quest’ultima componente la Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, hanno incontrato a Catanzaro, nella giornata di lunedì 6 luglio 2020, i vertici regionali calabresi dell’ ANAS per affrontare con loro il problema delle condizioni della SS 106 nel tratto Davoli – Guardavalle, problema segnalato ripetutamente dai rappresentanti delle istituzioni locali interessate nonché dei comitati sorti spontaneamente per chiedere l’esecuzione dei lavori di messa in sicurezza della strada a tutela di tutti gli utenti che quotidianamente la percorrono, e comprendere quali siano le somme stanziate per tali interventi.

Se, infatti, in virtù dell’appendice di aggiornamento al contratto di programma 2016/2020 tra Anas e MIT, 20 milioni in totale sono i fondi stanziati per realizzare gli interventi di messa in sicurezza sulla SS 106, la ripartizione degli stessi fondi attribuisce al tratto in questione esclusivamente la somma di 2 milioni di euro che appare, come tutti i partecipanti hanno convenuto, palesemente insufficiente alla realizzazione di lavori realmente efficaci allo scopo cui sono destinati, anche e soprattutto, considerata la tipologia e l’estensione degli stessi.

Non è più possibile, infatti, pensare di avviare dei lavori che vengono abbandonati a metà dell’esecuzione senza risolvere, anzi, in taluni casi, aggravando i problemi già esistenti come ha sottolineato il sig. Pierluigi Galati, rappresentante del Comitato SS 106 Guardavalle – Soverato che accompagnava le deputate.

Proprio a causa della consapevolezza della esiguità della somma impegnata, dichiarano le parlamentari, ci è stato riferito che, nel redigendo piano dei fabbisogni regionali prodromico alla stesura del nuovo contratto di programma ANAS / MIT , verranno sicuramente indicate, ad integrazione della somma di due milioni, le altre somme che si palesano necessarie e che dovrebbero consentire la totale ed efficace esecuzione dei lavori nel tratto interessato.

A conclusione dell’incontro e anche al fine di valutare la correttezza della stima delle somme da impiegare per i lavori , nella giornata di lunedi 13 luglio prossimo, verrà effettuato un sopralluogo cui parteciperanno , oltre alle parlamentari ed al signor Galati, anche i tecnici ANAS, che hanno manifestato la loro più ampia disponibilità a risolvere l’annoso problema.

Sarà nostra cura, concludono le parlamentari, successivamente al sopralluogo, comunicarne gli esiti. Continueremo, infatti, ad essere sempre presenti ovunque verranno segnalati dei problemi e a lavorare in sinergia con i cittadini per affrontarli e porre i presupposti per la loro risoluzione. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.